• .

  • Per il raggiungimento degli scopi istituzionali, l'Istituto di Cultura  Sossietta Scialla può svolgere ogni attività idonea e di supporto al perseguimento delle finalità istituzionali. Tra l'altro:

    a) organizzare convegni, mostre, produzioni e altre manifestazioni di valore culturale e scientifico, in relazione all'attività di ricerca svolta dall'istituzione;

    b) concorrere all'istituzione di Scuole abilitanti, anche a carattere internazionale, per la formazione scientifica, giuridica, filosofica, linguistica ed economica.

    c) promuovere, concorrere e realizzare, per conto proprio o conto terzi, anche con valore legale e con l'attribuzione di crediti formativi, l'istituzione ed il funzionamento di Corsi universitari, di Specializzazione professionale abilitante, di Alta Formazione, di TFA Titoli Formativi Abilitanti, di Laboratori nonché Scuole Superiori di Mediazione Linguistica e corsi universitari di Interpreti e Traduttori, attraverso anche sistemi di formazione a distanza (e-learning e percorsi di apprendimento e mobilità virtuale). In tale prospettiva può implementare e gestire una "Summer School" ed un "Campus".

    d) amministrare e gestire i beni di cui sia proprietaria, locatrice, comodataria o comunque possessore;

    e) stipulare convenzioni per l'affidamento in gestione delle attività o di parte di esse;

    f) partecipare ad associazioni, enti od istituzioni, pubbliche e private, la cui attività sia rivolta, direttamente od indirettamente, al perseguimento di scopi analoghi;

    g) concorrere alla costituzione di società di persone e/o di capitali purché in via accessoria e strumentale al perseguimento degli scopi istituzionali;

    h) accettare e concedere sovvenzioni e contributi; assegnare Borse di Studio e Premi e ricevere lasciti;

    i) stipulare ogni atto o contratto, anche per il finanziamento delle operazioni deliberate, tra cui, in via meramente esemplificativa, l'assunzione di mutui, a breve o a lungo termine, l'acquisto o fitto di immobili, la stipula di convenzioni di qualsiasi genere con enti pubblici o privati;

    L'Istituto può compiere, infine, ogni operazione contrattuale, finanziaria e commerciale utile o strumentale al conseguimento dello scopo istituzionale.

  • PRINCIPI GENERALI


    Il presente documento ha lo scopo di illustrare i valori e i principi fondamentali che guidano l’attività dell’Istituto. Esso si propone di orientare i comportamenti individuali allo scopo di confermare l’immagine di correttezza, il prestigio e la buona reputazione che sono da sempre fondamentali nella realtà dell’Istituto. In tutte le proprie attività, l’Istituto è impegnato ad agire in modo corretto e trasparente, con comportamenti caratterizzati da diligenza, lealtà, senso di responsabilità e buona fede. I principi e le disposizioni di questo Codice Etico sono vincolanti per gli organi direttivi, per tutte le persone legate da rapporti di lavoro subordinato e per tutti coloro che operano con l’Istituto, quale che sia il rapporto che li lega allo stesso. Il Codice è portato a conoscenza di tutti i destinatari con le modalità più appropriate ed è anche consultabile attraverso il sito internet dell’Istituto.


    GESTIONE DELLE RISORSE


    L’Istituto riconosce che le risorse umane costituiscono un fattore di fondamentale importanza per il proprio sviluppo. La gestione delle risorse umane è fondata sul rispetto della personalità e professionalità di ciascuna di esse nel quadro generale della normativa vigente. L’Istituto si impegna ad evitare ogni forma di discriminazione sulla base di razza, sesso, età, nazionalità, religione e convinzioni personali. Chiunque opera nell'Istituto (o per esso) ha l'obbligo di svolgere la propria attività lavorativa e le proprie prestazioni con diligenza, efficienza e correttezza, utilizzando al meglio gli strumenti e il tempo a sua disposizione ed assumendo le responsabilità connesse agli adempimenti. Tutte le azioni istituzionali svolte sono ispirate alla legittimità sotto l’aspetto formale e sostanziale nonché alla correttezza. Le informazioni, i beni e le attrezzature di cui dispongono coloro che operano nell'Istituto durante lo svolgimento della propria funzione o incarico non dovranno essere mai utilizzate a fini personali. L’istituto inoltre non tollera alcun tipo di corruzione interna né nei confronti di pubblici ufficiali o di altri soggetti e si impegna al rispetto dei più elevati standard di integrità e onestà in tutti i rapporti all’interno e all’esterno. Coloro che operano per l'Istituto devono assicurare la massima riservatezza relativamente a notizie, informazioni e dati costituenti il "patrimonio" di attività dell’Istituto, nel rispetto delle disposizioni di legge e delle procedure interne. Gli obblighi di riservatezza e confidenzialità devono permanere anche dopo la cessazione di qualsiasi rapporto di lavoro o di collaborazione. L’Istituto garantisce la tutela dei dati personali comunque conosciuti nell’ambito della propria attività e si impegna al rispetto delle leggi specifiche in materia. Tutti coloro che operano per l'Istituto sono tenuti ad agire nel migliore interesse di esso senza considerazione per il profitto personale. Qualsiasi situazione che generi o costituisca un possibile conflitto d’interesse deve essere segnalata tempestivamente ai responsabili dell’Istituto. L’istituto si adopera per mantenere un ambiente di lavoro decoroso, dove la dignità di ciascuno è rispettata. In particolare l’Istituto considera assolutamente inaccettabile qualsiasi tipo di molestia connesso alla razza, al sesso o altre caratteristiche personali che abbiano lo scopo e l’effetto di violare la dignità della persona.  Pari opportunità : l’Istituto si impegna ad garantire pari opportunità nel lavoro e nell’impegno professionale a tutti coloro che vi operano, evitando ogni forma di discriminazione per razza, sesso, età, nazionalità, religione e convinzioni personali, garantendo, inoltre, assoluta imparzialità, autonomia e indipendenza di giudizio. Comportamenti contrari ai principi espressi nel presente Codice possono essere considerati inadempimento ai doveri di correttezza e buona fede, motivo di lesione del rapporto fiduciario e giusta causa di risoluzione di qualsiasi rapporto contrattuale.


    RAPPORTI CON TERZI


    L’Istituto e quanti vi operano, sono tenuti a mantenere e sviluppare i propri rapporti con ogni categoria di soggetti interessati, agendo in buona fede, con lealtà, correttezza, trasparenza e con il dovuto rispetto per i valori fondamentali dell’Istituto, esigendo il rispetto in caso di mancato adempimento da parte di terzi dell’obbligo di conformarsi alle norme del Codice. Nello svolgimento delle proprie attività e, in particolare nei rapporti con le istituzioni pubbliche, l'Istituto (o ognuno che vi opera) orienta il proprio comportamento sulla base dei principi di correttezza, disponibilità e di cooperazione espressi dal presente Codice Etico, attraverso un servizio professionale di alta qualità.

    .


    ATTIVITA’ CONTABILI E TRATTAMENTO DEI DATI


    L'Istituto si impegna nel principio della trasparenza contabile che si fonda sulla veridicità, accuratezza, completezza e affidabilità della documentazione dei fatti gestionali, delle relative registrazioni e dell’individuazione dei diversi livelli di responsabilità. Coloro che venissero a conoscenza di omissioni, falsificazioni, alterazioni o trascuratezze nell’informativa o nella documentazione di supporto sono tenuti a riferire ai competenti gli organi dell'Istituto. L’Istituto si impegna a tutelare la riservatezza e la confidenzialità delle informazioni e dei dati, relative alle attività e alla gestione, raccolti in ragione o in occasione dell’attività di collaborazione o contrattuale e chiunque che si relaziona all'Istituto è tenuto a conformarsi a tali principi.


    SICUREZZA, AMBIENTE E SALUTE


    Nell’ambito della propria attività l’Istituto si ispira al principio di tutela e salvaguardia dell’ambiente e persegue l’obiettivo di garantire la salute e la sicurezza di tutti mediante le iniziative opportune a tale fine. Il personale dell’Istituto è tenuto a informare gli utenti, partecipanti e visitatori delle principali norme comportamentali da adottarsi nei locali dell’Istituto, ai fini di tutelare la sicurezza di ognuno.


    CONTROLLO E ORGANI DI VIGILANZA


    I compiti di vigilanza sono affidati a personale interno competente che soddisfa i requisiti di onorabilità e indipendenza e che provveda a:

    - vigilare sul rispetto del Codice, gestendo anche gli aspetti legati alla conoscenza e all’applicazione dello stesso;

    - vigilare sul rispetto del sistema di gestione;

    - segnalare ai vertici dell'Istituto eventuali violazioni o la necessità di modifiche o aggiornamenti del Codice.


    INDICAZIONI FINALI


    Il presente Codice è stato adottato nei suoi principi sostanziali con deliberazione del Consiglio di Amministrazione riunito in seduta congiunta con l’Assemblea dei Soci. L’inosservanza dei principi e la violazione degli obblighi previsti dal presente Codice saranno sanzionate dall’Istituto coerentemente con le norme di legge e contrattuali. Ogni variazione e/o integrazione a questo Codice Etico, approvata nei modi con cui è stato adottato, verrà diffusa tempestivamente a tutti i soggetti coinvolti.